Nota Critica Stampa

...La sua pittura ha l'universalità dei moduli onirico-surreali, o, se vogliamo del transposotovismo: E questo scaturisce unicamente dalla sua mente, dalla sua stessa natura...

...Metafore oniriche, questo è il mondo di Sala in cui "tutto diventa un'altra cosa". Il talento pittorico di Sala ci offre queste invenzioni tutte sue, sempre stupefacenti per chi le osserva. Va rilevato che si deve accreditargli il recupero di un mondo onirico ritenuto "forse" perduto, ma che è sempre stato vivo nel suo animo, nella sua mente. Senza alcuna somiglianza con pittori di questa disciplina del fantastico, Sala ha un suo stile personale, bisogna partire, per rilevarlo, dal fatto che l'artista dipinge non per logica riflessione ma per una sua naturale inclinazione all'onirico. Possiede quindi una sua autonoma posizione, come autonoma è la sua esperienza umana e l'orizzonte psicologico su cui si basano i fantasmi delle sua composizioni pittoriche... E comunque, l'incanto stupefacente d'ogni sua opera  ha per chi sa vedere ed ascoltare un'altra voce, una sua poesia, al di là della tela ove rimane. (Leone Gariano pittore surrealista)